Programa

La actividad de cada año, como se prevé de las normas ministeriales, tiene la duración de 500 horas anuales, de las cuales 150 son de prácticas y se articula en el siguiente listado de actividades:

SEMINARIOS MONOTEMÁTICOS CLINICOS Y/O TERÓICOS

Son dirigidos por un solo docente, o más a menudo, por un grupo de expertos, de fama internacional, sobre el tema en concreto del seminario.

LECCIONES ESPECIFICAS

Enfoque sistémico-relacional. Algunas prevén que los alumnos observen a través del espejo unidireccional o mediante grabaciones de video momentos de psicoterapias o sesiones enteras. Alguna lección específica contiene módulos en los que se recogen contribuciones sobre determinados temas con un enfoque diferente (cognitivista o psicoanalista).

SUPERVISIONES

tanto de los casos como de las prácticas de los alumnos. Un número limitado de supervisiones es desarrollado conjuntamente por un docente de la Escuela y un colega de otra orientación (cognitivista o psicoanalista)

FORMACIÓN PERSONAL

Hace referencia a los aspectos de la vida personal del alumno que son importantes para la realización de la práctica psicoterapéutica. Cada año se centra sobre un tema específico.

PRÁCTICAS

La escuela ha estipulado 41 convenciones de prácticas preferentemente en la Lombardia aunque también en el Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Trentino, Alto Adige, Veneto y Friuli Venecia Giulia.

PRIMO ANNO

Tecniche di conduzione e di analisi del colloquio ad orientamento sistemico-relazionale

  • Tecniche di consultazione: dalla raccolta delle prime informazioni alla ridefinizione del problema
  • L’ermeneutica sistemica
  • Le prime fasi del processo psicoterapeutico
  • Psicopatologia sistemico-relazionale: i disturbi alimentari psicogeni
  • Pragmatica delle relazioni familiari e identità individuali
  • Supervisioni
  • Formazione personale: storia familiare e scelta professionale.

L’allievo al termine del primo anno presenta un’autobiografia in cui spiega la sua scelta di diventare psicoterapeuta oppure una trascrizione di un colloquio commentata.

SECONDO ANNO

Tecniche di conduzione e di analisi del colloquio individuale, familiare e di coppia e relative specificità

  • Tecniche di consultazione: la restituzione e l’indicazione terapeutica
  • Strategie e tecniche di consultazione quando il bambino è il problema
  • Cambiamento e processo terapeutico: principi base
  • L’avvio del processo terapeutico nei trattamenti individuali e familiari
  • Psicopatologia sistemico-relazionale: i disturbi d’ansia e i disturbi dello spettro fobico
  • Semantica delle relazioni familiari e identità individuali
  • Supervisioni
  • Formazione personale: risorse individuali, storia familiare e primi contatti con i clienti

L’allievo al termine del primo anno presenta una consultazione individuale o di coppia o familiare comprensiva della valutazione diagnostica e del progetto terapeutico.

TERZO ANNO

  • Le fasi intermedie del processo psicoterapeutico nelle psicoterapie individuali, familiari e di coppia
  • Le psicoterapie brevi: strategie e tecniche
  • Strategie e tecniche specifiche alle psicoterapie individuali e di coppia
  • Specificità del processo terapeutico nei trattamenti per i disturbi fobici e per i disturbi alimentari psicogeni
  • La relazione psicoterapeutica
  • Psicopatologia sistemico-relazionale: i disturbi ossessivo-compulsivi, della condotta e i disturbi di personalità
  • Supervisioni anche congiunte (tenute da un didatta della scuola e da un collega cognitivista o psicoanalista)
  • Formazione personale: posizione nelle famiglie di origine, caratteristiche personali e risorse/vincoli per la pratica psicoterapeutica

QUARTO ANNO

  • Il processo terapeutico nelle fasi avanzate di trattamenti   individuali, familiari e di coppia
  • La conclusione della terapia e il follow-up
  • Psicopatologia sistemico-relazionale: le depressioni e i disturbi dell’umore, i disturbi di personalità, gli esordi psicotici
  • La relazione psicoterapeutica
  • Tecniche di intervento psicoterapeutico individuale, familiare e di coppia nei disturbi dell’umore, nei disturbi di personalità e nelle psicosi
  • Metodi e tecniche per la valutazione dei risultati delle psicoterapie
  • Tecniche di riabilitazione nella prospettiva sistemico-relazionale
  • Supervisioni, anche congiunte (tenute da un docente della scuola e da un collega cognitivista o psicoanalista)
  • Formazione personale: l’utilizzazione del proprio stile relazionale e della propria biografia personale nel processo terapeutico

L’allievo, al termine del IV anno, presenta e discute di fronte ad una commissione la tesi finale.